GROTTAMMARE – Entro il primo ottobre, i titolari di strutture ricettive e stabilimenti balneari devono comunicare alla Regione Marche i prezzi massimi dei servizi che intendono praticare per l’anno 2021, se diversi da quelli del 2020. L’adempimento va fatto utilizzando la  piattaforma regionale “Istrice2”.

La comunicazione delle tariffe è un compito annuale degli operatori turistici. La mancata o  incompleta comunicazione della variazione dei prezzi, nei termini o nelle modalità previste, comporta l’obbligo dell’applicazione degli ultimi prezzi comunicati.

Gli appartamenti ammobiliati per uso turistico e uso occasionale di immobili ai fini ricettivi (artt. 32 e 33 del Testo Unico delle norme regionali in materia di  Turismo) sono esenti dalla  dichiarazione. In questo caso, tuttavia, va comunicata al Comune ogni variazione relativa al periodo di locazione inizialmente indicato.

Successivamente, gli operatori dovranno attenersi alle seguenti raccomandazioni: 

  • comunicare, entro il 1° marzo 2021, eventuali variazioni dei prezzi che si intendono praticare nel secondo semestre dell’anno;
  • esporre, in modo ben visibile, nel luogo di ricevimento degli ospiti o nelle zone di prestazione dei singoli servizi, le tabelle e i cartellini dei prezzi; 
  • indicare i periodi di apertura per l‘anno 2021.

Per informazioni e chiarimenti, il personale dell’Osservatorio per il turismo della Regione Marche può essere contattato ai seguenti recapiti:  

Luciano Lion tel. 071 806 2175 – e-mail: luciano.lion@regione.marche.it

Giulia Marini – e-mail: giulia.marini@regione.marche.it

Andrea Giordani tel. 071 806 2284 solo lunedi, giovedì e venerdì mattina – e-mail:

a.giordani@regione.marche.it;

Giovanna Rumori tel. 071 806 2140 solo martedì, mercoledì e giovedì mattina –

e-mail: giovanna.rumori@regione.marche.it;

PEC Servizio Turismo: regione.marche.funzionectc@emarche.it


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.