TERAMO – Nella tarda mattinata odierna, i Carabinieri della Stazione di Pineto, nel Teramano, in esecuzione di ordinanza di misura cautelare, hanno arrestato un 27enne del luogo: “Già sottoposto agli arresti domiciliari per fatti relativi allo spaccio e alla detenzione di sostanze stupefacenti” affermano dall’Arma teramana.

Dal Comando Provinciale raccontano: “Tali fatti, si verificarono nel corso mese di giugno di quest’anno, quando venne tratto in arresto in flagranza di reato, sorpreso a trasportare occultati a bordo della sua autovettura 100 grammi di cocaina. La successiva perquisizione operata presso la sua abitazione permise di rinvenire un bilancino di precisione e sostanza da taglio. Nell’occasione, dopo la convalida dell’arresto al giovane vennero concessi gli arresti domiciliari con il divieto di avere contatti con persone diverse dai familiari conviventi. A seguito delle reiterate violazioni alle prescrizioni impostegli, documentate dai Carabinieri di Pineto, il G.I.P. del Tribunale di Teramo Roberto Veneziano, ritenendo inadeguata la misura degli arresti domiciliari, emetteva a carico del giovane ordinanza di custodia cautelare in carcere”.

“Prima della traduzione in carcere, veniva operata nell’abitazione dell’arrestato, una perquisizione domiciliare nel corso della quale i militari hanno rinvenuto un grammo di cocaina, cinque grammi di sostanza da taglio e materiale per il confezionamento in dosi dello stupefacente” aggiungono i militari.

Dall’Arma concludono: “Il tutto è stato sottoposto a sequestro e il giovane è stato nuovamente denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Vasto”.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.