SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo i circa 7 milioni di euro investiti per l’ammodernamento della struttura e l’acquisto di un innovativo macchinario per la chirurgia robotica, il Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto ha a oggi a disposizione presso il reparto di Medicina d’Urgenza cinque nuovi posti letto per la terapia semi-intensiva con tecnologie all’avanguardia. A questa dotazione inoltre si aggiungeranno a breve ulteriori sei posti letto nel reparto di Terapia Intensiva, i cui lavori di finalizzazione si stanno completando proprio in questi giorni. Il reparto vedrà così raddoppiati i posti letto a disposizione, passando dagli attuali sei a un totale di dodici.

L’esperienza del Covid19 ha infatti cambiato gli standard e le necessità della sanità di tutto il mondo, compresa quella di prossimità degli ospedali locali. Dopo aver limitato nella provincia di Ascoli Piceno la diffusione del virus durante la fase emergenziale anche grazie a numerosi investimenti sulla dotazione tecnologica, la Regione Marche continua a investire sul nosocomio di San Benedetto del Tronto per rispondere a queste nuove sfide: in poco tempo saranno implementati 11 posti letto totali tra terapia intensiva e semi-intensiva, postazioni all’avanguardia che rendono il Madonna del Soccorso uno degli ospedali più innovativi delle Marche per quanto riguarda i reparti di Medicina d’Urgenza e Intensiva.

Con le parole di Anna Casini, vicepresidente della Regione Marche: “La Regione Marche ha investito e continua a investire sugli ospedali di Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto, l’attivazione dei nuovi posti di terapia semi-intensiva e intensiva certifica, se ce ne fosse ancora il bisogno, quanto nessuno abbia mai avuto l’intenzione di chiudere i due ospedali”

Notizie per il Madonna del Soccorso anche per quanto riguarda il personale: è stato indetto il concorso per Primario di Ortopedia, le cui prove si terranno l’8 ottobre.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.