SANT’ELPIDIO A MARE – “I Carabinieri del dipendente Nucleo Investigativo, dopo meticolose e prolungate indagini e ricerche, sono riuscite a individuare e catturare un cittadino albanese di anni 32 anni, nullafacente, residente a Sant’Elpidio a Mare, ma da tempo resosi irreperibile”.

Così si apre la nota stampa del Comando Provinciale di Fermo sull’arresto eseguito in questi giorni. Dall’Arma raccontano: “Sull’uomo gravava un’ordinanza di esecuzione per la carcerazione emessa dalla Procura della Repubblica di Fermo a seguito di condanna inflitta dal Tribunale di Fermo, poiché riconosciuto colpevole di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e ricettazione, commessi nel 2015, quando venne sorpreso e arrestato poiché in possesso di una cospicua quantità di hashish, marijuana e cocaina”.

“Individuata la dimora presso la quale aveva trovato rifugio nella periferia fermana, i Carabinieri sono riusciti a bloccarlo nel corso della mattinata di ieri mentre era intento ad allontanarsi a bordo dell’autovettura in uso, senza che opponesse resistenza – si legge nella nota stampa diffusa dai carabinieri – Gli operanti, a seguito della perquisizione della dimora, trovavano celati all’interno dosi di hashish, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento, due telefoni cellulari, contabilità per le cessioni della droga, motivi per i quali è stato nuovamente deferito alla locale Autorità Giudiziaria”.

Dal Comando Provinciale concludono: “Al termine delle formalità, lo straniero è stato associato presso la Casa Circondariale di Fermo per scontare la pena residua di quattro mesi di reclusione, oltre alla somma di 6 mila euro  di multa inflittagli”. 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.