Di Elvira Apone

MARTINSICURO -E’ fissata per sabato 5 settembre alle ore 21, presso la sala consiliare del Comune di Martinsicuro, la cerimonia di premiazione della XII edizione del Premio Letterario Internazionale “Città di Martinsicuro”.

Il Premio Letterario Internazionale “Città di Martinsicuro”, giunto già alla XII edizione, è organizzato dalla Di Felice Edizioni e dal Comune di Martinsicuro, è patrocinato dalla Regione Abruzzo, dalla Provincia di Teramo, dalla Casa della poesia in Abruzzo G. D’Annunzio e dall’Associazione Editori Abruzzesi e collabora con diversi organismi ospiti, quali l’Associazione Magnificat, il Premio La girandola delle parole e l’Associazione Il Faro.

La serata di premiazione di sabato 5 settembre a Martinsicuro, presentata dalla giornalista Dorotea Mazzetta, vedrà la premiazione dei seguenti vincitori: per la sezione poesia in verso libero Paola Bianchi e Renato Fiorito (1° classificati ex aequo), Marco Bottoni (2° classificato), Daniela Visani (3° classificata); per la sezione poesia in metrica Elisabetta Freddi (1° classificata), Armando Bettozzi (2° classificato), Federico Cinti (3° classificato); per la sezione poesia in vernacolo Saverio Macrì (1° classificato), Armando Bettozzi (2° classificato), Davide Cerutti (3° classificato); il premio Magnificat andrà a Marco Iemmi e il premio Il Faro a Elisabetta Liberatore. Saranno anche assegnati due Premi speciali alla poesia ai poeti olandesi Ineke Holzhaus e Willem van Toorn.

La serata sarà arricchita da una mostra dell’artista Pino Manzella con quadri tratti da Poeti, scrittori ed altre creature inutili… e da letture a cura dell’attrice Margherita Di Marco. Anche la giuria, composta da Valeria Di Felice (presidente esecutivo senza diritto di voto), Fulvia Marconi (poetessa e critico), Vittorio Verducci (poeta e critico), Ivana Tamoni (poetessa e traduttrice) e Anacleta Camaioni (scrittrice), sarà presente alla cerimonia.

Un’altra serata all’insegna della poesia e della cultura.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.