SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il sindaco Pasqualino Piunti, il presidente della Commissione sicurezza Giacomo Massimiani, il dirigente del Settore Lavori Pubblici Annalisa Sinatra, il responsabile del procedimento Nicola Antolini, il professionista esterno incaricato della progettazione Alfeo Antoniani hanno fatto il punto sullo stato di attuazione del progetto del sistema cittadino di videosorveglianza a San Benedetto dopo l’aggiudicazione dell’appalto.

La ditta NE-T BY TELERETE NORDEST di Padova si è infatti aggiudicata, al termine di un complesso procedimento, la relativa gara e indicativamente per la metà di ottobre potrà essere affidato l’intervento che avrà una durata di 220 giorni.

Il progetto, che gode di un’importante compartecipazione del Ministero dell’Interno con 412.934 euro di finanziamento statale proveniente dai “Patti per la sicurezza urbana”, prevede l’installazione di 150 telecamere in 38 siti a suo tempo individuati d’intesa con le forze dell’ordine, 18 delle quali predisposte per la lettura delle targhe.

Il sindaco ha chiesto che la priorità venga data agli impianti da posizionare agli accessi della città (confine con l’Abruzzo, con Grottammare, Ponterotto, Fosso dei Galli) e nella zona della stazione ferroviaria e del “pontino lungo”.

Inoltre è intenzione del Sindaco chiedere al Prefetto di “coinvolgere i componenti del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica affinché possano condividere i contenuti del piano e apportare eventuali correttivi per esigenze che nel frattempo possono essere intervenute”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.