SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Al centro dell’attenzione, l’ imminente svolgimento della tappa finale della gara ciclistica internazionale per professionisti, la “Tirreno Adriatico”, che si svolgerà nel circuito cittadino di San Benedetto del Tronto il 14 settembre prossimo, gara di sicuro e forte rilievo che attirerà gli amatori della specialità sportiva.

Sono state esaminate le modalità di svolgimento della gara e le misure adottate al riguardo dagli organizzatori ai fini della valutazione della idoneità delle stesse in relazione alla effettuazione della manifestazione in condizioni di massima sicurezza.

In aderenza, poi, alle indicazioni recentemente fornite dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno in merito alle gare ciclistiche professionistiche anche di livello internazionale in programma nel mese di agosto, sono state affrontate anche le problematiche connesse alle attuali misure di contenimento del contagio, soprattutto per quanto concerne l’aspetto relativo alla presenza di spettatori, con lo scopo di realizzare un idoneo sistema di sicurezza integrata – sia sotto il profilo della safety che della security – finalizzato ad assicurare il regolare e sicuro svolgimento dell’evento.

Dopo ampio e articolato confronto sono stati concordati i dispositivi e le misure di sicurezza da adottare per lo svolgimento della competizione.

Presenti oltre ai rappresentanti delle Amministrazioni comunali di Ascoli Piceno e di San Benedetto del Tronto, i vertici delle Forze dell’Ordine, della Polizia Stradale, dei Vigili del Fuoco, della Capitaneria di Porto e dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centrale, nonché il Direttore tecnico della manifestazione.

Al termine il Prefetto ha ringraziato i presenti auspicando “che il sereno svolgimento di siffatti eventi sportivi possa contribuire a rilanciare il settore turistico e costituisca un primo passo per il completo ritorno alla normalità”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.