SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Buone notizie, fortunatamente.

Il 31 agosto è stato dimesso, dopo oltre una settimana di degenza, Adriano Bonaiuti, il preparatore dei portieri all’Inter ed ex numero uno di Samb e Padova.

Domenica 23 agosto era stato colpito da un’automobile, in retromarcia in via San Francesco a Grottammare, mentre transitava in bici.

Il nostro articolo precedente

L’ex Samb Adriano Bonaiuti al Torrette dopo grave incidente in bici. I rossoblu: “Forza Adriano”

Bonaiuti fu condotto con l’eliambulanza al Torrette di Ancona per essere ricoverato al Sod di Chirurgia Ricostruttiva e Chirurgia della mano.

Un incidente molto grave: lesione da taglio al collo e grave perdita di sostanza dei tessuti molli al braccio destro, alcune contusioni multiple agli arti inferiori e superiori e un ematoma al piede sinistro.

Fortunatamente non ci sono state gravi lesioni vascolari e nervose: il team dei Chirurghi Plastici diretto dal Professor Michele Riccio, della AOU Ospedali Riuniti di Ancona, ha provveduto a riparare le lesioni in modo efficace e definitivo, sia a livello degli arti che del collo. L’ex Samb è stato dimesso ieri con una prognosi di 60 giorni.

Bonaiuti ha rilasciato delle dichiarazioni dopo i numerosi messaggi d’affetto giunti dalla Riviera e non solo: “Intendo recuperare quanto prima per poter tornare a lavorare all’Inter. Ammetto di essermi spaventato tanto. Approfitto per ringraziare l’immediato soccorso avvenuto sin da subito, poi tutta l’equipe di Torrette, per professionalità, la competenza e l’umanità. Ringrazio veramente tutti, dai tifosi agli amici e i parenti per il grande affetto dimostratomi”.

Anche la moglie Maria Chiara, nota pedagogista della Riviera e titolare del Centro Pedagogico “Pharus”, e i figli Andrea e Nicolò ringraziano tutti per la vicinanza.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.