TERAMO – È ancora in corso un intervento iniziato nella prima mattinata di oggi per una fuga di gas metano. Una squadra di vigili del fuoco del Comando di Teramo è intervenuta nel parco fluviale di Teramo, in prossimità del parcheggio San Gabriele. La fuga di gas è avvenuta durante uno scavo finalizzato al consolidamento delle fondazioni delle pile del ponte San Gabriele per conto dell’Anas. Un escavatore ha raggiunto inavvertitamente la tubazione del gas metano della media pressione della linea gestita dalla ditta “2i Rete Gas”, provocando un foro.

La fuga di gas ha prodotto un forte sibilo avvertito in tutta la zona e ha reso necessaria, in via del tutto cautelativa, l’evacuazione del palazzo della Asl di Teramo, sito in Via Circonvallazione Ragusa, considerata anche la sensibilità della struttura sanitaria. È stato bloccato anche il traffico veicolare sulla rampa che conduce al parcheggio pubblico e sul ponte San Gabriele. Sul posto sono intervenuti i tecnici dell’azienda del gas, che non hanno potuto bloccare immediatamente il flusso del gas, dovendo prima effettuare alcune manovra sulla rete per garantire l’alimentazione di metano all’ospedale Mazzini e al quartiere circostante.

Sul posto sono intervenuti anche Sindaco, Vice Sindaco e Responsabile dell’Ufficio Tecnico del comune di Teramo, i tecnici dell’Anas e la Polizia Municipale del comune di Teramo che ha provveduto a bloccare il traffico veicolare durante le operazioni di intervento.

Si precisa che durante l’intervento i vigili del fuoco hanno monitorato costantemente la presenza di metano in prossimità di edifici ed infrastrutture mediante l’uso di esplosimetri, senza rilevare percentuali pericolose di gas. Al riguardo si fa presente che il metano è un gas molto più leggero dell’aria e quindi tende a disperdersi rapidamente verso l’alto.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.