NOTARESCO – “Dal 18 marzo 2020, anche se di fatto senza una fissa dimora, dopo tanti anni di assenza ha fatto ritorno a Notaresco, nel Teramano un uomo di 62 anni. Sin da subito il predetto ha iniziato ad avere condotte vessatorie nei confronti del fratello, purtroppo invalido civile, tese ad ottenere ospitalità”.

Così si apre la nota stampa dei carabinieri del Comando Provinciale di Teramo il 29 agosto su un fermo compiuto a Notaresco: “Le continue minacce e gli atti intimidatori consistiti nel seguirlo, insultarlo ed attenderlo fuori la propria abitazione, hanno costretto il fratello a cercare rifugio presso casa di alcuni suoi amici. A questo punto il 62enne, approfittando dell’appartamento libero, inizialmente si è introdotto nello stesso asportando furtivamente vestiti e materiale agricolo, e successivamente se ne è del tutto impossessato occupandolo stabilmente. Analogo atteggiamento prevaricatore è stato assunto dall’uomo nei confronti di alcuni titolari di esercizi pubblici del centro storico del paese in quanto da questi pretendeva cibo e bevande, guardandosi bene dal pagarle, arrivando finanche a minacciarli e intimorirli brandendo un spranga di ferro, tra l’altro risultata rubata in un precedente furto scoperto dagli stessi Carabinieri”.

Dall’Arma proseguono: “Spesso il 62enne si avventava anche sugli altri clienti dei commercianti minacciati. Tali eventi hanno di fatto suscitato nei confronti degli abitanti un grave senso di timore. Le indagini immediatamente avviate dai Carabinieri di Notaresco hanno consentito, in pochi giorni, di raccogliere chiari e gravi elementi di colpevolezza nei confronti dell’uomo al punto che è stata avanzata richiesta di misura cautelare in carcere quale unica misura idonea a soddisfare una efficace tutela della collettività per i reati di atti persecutori, furto in abitazione, violazione di domicilio, molestie e porto abusivo di armi compiuti”.

Dall’Arma aggiungono: “L’autorità giudiziaria in relazione agli inconfutabili elementi di prova, ha quindi subito disposto la misura cautelare in carcere nei confronti del predetto., Nella mattinata odierna, i Carabinieri di Notaresco lo hanno rintracciato proprio all’interno di un esercizio pubblico del centro storico, mentre consumava un caffè. Il predetto è stato fermato ed accompagnato presso la caserma dei Carabinieri dove gli è stato notificato l’ordine di custodia cautelare in carcere“.

“Nella circostanza è stato trovato in possesso di una bicicletta rubata nei giorni scorsi a Silvi Marina, ed anche i Carabinieri di Roseto degli Abruzzi lo hanno individuato quale autore di un altro furto perpetrato pochi giorni fa nel magazzino di un ristorante del posto” concludono i carabinieri teramani.

 

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.