SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un importante ed emozionante progetto sociale è stato presentato questa mattina presso l’Associazione Pescatori Sambenedettesi. Grazie al sodalizio tra regione ed enti, nascerà infatti una nuova organizzazione che si prenderà cura dei disabili, con lo scopo di garantire loro servizi essenziali adeguati.

Il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, ha illustrato l’iter che ha portato a questo traguardo: “La volontà era nata già prima della pandemia. Da circa un anno e mezzo lavoravamo con la giunta regionale per individuare le priorità dei distretti sanitari, cercando di fare qualcosa di concreto come non era mai accaduto in passato. Grazie alla delibera ed ai nuovi manuali che sono stati recentemente redatti, possiamo finalmente dare il via a quello che considero un grande risultato per il territorio. Tuttavia – prosegue Ceriscioli – questo traguardo non bisogna considerarlo un punto d’arrivo, bensì l’inizio per chi arriverà dopo di noi”.

“Ci siamo posti l’obiettivo di raccogliere un’esigenza sacrosanta che abbiamo portato a termine grazie ad un gran lavoro di squadra – prosegue la vicepresidente della Regione Anna CasiniRingrazio la famiglia Franceschini per l’impegno profuso, così come Luciano Agostini ed Antonio De Santis, che hanno contribuito a sostenere questa iniziativa.

La parola è poi passata all’amministratore delegato di Kos Care Enrico Brizioli: “Il centro diurno avrà 40 posti e sarà adatto anche alle esigenze delle famiglie. Interessante è il fatto che si realizzerà una struttura di permanenza e allo stesso tempo di riabilitazione. Gli ospiti saranno seguiti da teams multidisciplinari con competenze socio-sanitarie che garantiranno i migliori standard assistenziali. Nel computo del progetto, è prevista anche la ristrutturazione della casa di riposo San Giuseppe di San Benedetto del Tronto”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.