SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono in corso, in 13 plessi scolastici di San Benedetto, i lavori di adeguamento e messa a norma degli spazi in conseguenza della emergenza sanitaria da Covid-19 in corso.

Gli uffici che seguono l’edilizia scolastica stanno lavorando a pieno ritmo nonostante il periodo estivo per garantire la riapertura in sicurezza dei plessi scolastici secondo le Linee guida ministeriali approvate a giugno scorso che hanno fissato i parametri riguardanti le strutture per garantire la ripartenza del nuovo anno in sicurezza. 

Il Governo ha assegnato al Comune di San Benedetto del Tronto 230 mila euro che hanno permesso con specifiche procedure di gara di appaltare lavori e forniture in tempi rapidi. I lavori più importanti stanno riguardando i plessi “Miscia” di via Ferri, “Caselli” di via Moretti, “Sacconi” di via Leopardi e via Pizzi, “Piacentini” di via Asiago, “Cappella” di Piazza Setti Carraro. 

Gli adeguamenti funzionali riguardano l’ampliamento di aule didattiche e spazi connessi per garantire il distanziamento minimo tra gli studenti e il personale docente, oltre all’adeguamento funzionale degli spazi per garantire la facile sanificazione di tutte le superfici (pavimenti, infissi). Sono stati chiaramente necessari adeguamenti anche degli impianti elettrici e di riscaldamento per garantire il comfort degli occupanti.

Naturalmente sono interventi concordati con le dirigenze scolastiche in sede di apposita conferenza dei servizi. In quella sede è stata decisa anche la riapertura dell’edificio di via dei Lauri in zona Santa Lucia, scuola chiusa diversi anni fa, che ospiterà 3 sezioni della scuola “Ragnola” non adeguabile ai protocolli di sicurezza. 

E’ previsto infine che, prima dell’avvio dell’anno scolastico, venga effettuata la pulizia e sanificazione dei locali per garantire la massima sicurezza di tutti.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.