ASCOLI PICENO – Ricevuto dal Questore della provincia di Ascoli Piceno Nico Pruscini, il 28enne umbro che, la notte tra sabato e domenica, ha trovato per terra, sul lungomare Rinascimento di San Benedetto del Tronto, un portadocumenti con dentro una carta d’identità e due banconote da venti euro.

Il musicista di Città di Castello che insegna a suonare la chitarra dopo aver conseguito il diploma presso il Conservatorio di Perugia, era in vacanza sulla Riviera delle Palme con la fidanzata Sara e, nel rientrare in albergo a Porto D’Ascoli, ha visto per terra qualcosa. Si è chinato e ha raccolto tutto, avvedendosi subito dei soldi e della possibilità di restituire documenti e danaro a chi li aveva smarriti, un 41enne della provincia di Cuneo, anche lui in vacanza al mare. A quel punto Nico non ha perso un minuto e appena ha visto una Volante si è sbracciato per attirare l’attenzione dei poliziotti, consentendo così agli investigatori del Commissariato di San Benedetto del Tronto di rintracciare il 41enne.

Anche il valore del gesto di Nico, che segue a quello di Azzurra, la studentessa di Sangemini nel ternano che un mese trovò in Riviera una borsa con soldi e iphone, non poteva passare inosservato. Perciò stamane il Questore ha voluto stringere la mano sia a lui che alla sua ragazza, complimentandosi per l’onestà e il senso civico evidenziati, virtù che non sono proprio sconosciute al popolo della movida.

Nico ha detto al Questore, mentre Sara annuiva, di essersi comportato in quel modo perché questo è l’insegnamento che ha ricevuto dai suoi familiari. A lui è stata consegnata una pergamena in modo che la bellezza del suo gesto rimanga scolpita nella memoria. Prima di andare via, i due giovani hanno visitato la centrale operativa della Questura e i laboratori della Scientifica, intrattenendosi a scambiare quattro chiacchiere con quelli della Squadra Volanti.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.