RIPATRANSONE – DI seguito un comunicato del gruppo di opposizione a Ripatransone “Progetto Paese”.

“Strade rurali piene di buche e fango. Noi di Progetto Paese da tempo lo diciamo a chiare lettere, ma l’Amministrazione comunale se ne infischia, evidentemente le periferie, ad eccezione di una, non interessano a chi ci governa con incuria e sciatteria.

Le strade di campagna di Ripatransone, dissestate, piene di buche, fango quando piove di conseguenza sempre più impraticabili e in abbandono, rappresentano un pericolo per chi è costretto a servirsene. Non si tratta di strade di nessuno, ma di ciascuno di noi: questo è il dato di fatto che l’Amministrazione Lucciarini continua deliberatamente ad ignorare. Naturalmente ci faremo portavoce del malcontento degli utenti delle strade rurali che, siano essi agricoltori o acquirenti di case coloniche, non ne possono più di dover fare lo slalom ogni giorno fra vere e proprie voragini. Ma il Palazzo Comunale è sordo ad ogni segnalazione e protesta. Lo stato penoso delle vie urbane è un termometro inequivocabile dello scarsissimo interesse della nostra Amministrazione per la sicurezza collettiva e per il decoro della città e delle frazioni. Tant’è che potrebbero capitare incidenti e infortuni, dovuti allo stato penoso del manto stradale. L’art. 14 del D.Lgs. 285 del 1992 (Codice della Strada) ci ricorda che “gli enti proprietari delle strade, allo scopo di garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione, provvedono: a) alla manutenzione, gestione e pulizia delle strade, delle loro pertinenze e arredo, nonché delle attrezzature, impianti e servizi; b) al controllo tecnico dell’efficienza delle strade e relative pertinenze; c) alla apposizione e manutenzione della segnaletica prescritta”.

Nel caso in cui l’assicurazione non provveda al rimborso dei danni il danneggiato potrà rivolgersi all’autorità giudiziaria citando l’Ente proprietario della strada davanti al Giudice di Pace per le controversie di valore sino ad € 5.000,00 o davanti al Tribunale per valori superiori.
Evidentemente le periferie rurali non interessano a chi ci governa, ma è vergognoso infischiarsene dei disagi e dei pericoli a cui si espongono i cittadini per incuria e sciatteria.
i sottoscritti consiglieri comunali “.

 

Su questo tema ieri ci eravamo occupati della segnalazione di un cittadino di Contrada Santa Maria

 

Ripatransone, il grido di un cittadino: “In Via Santa Maria a Mare strada distrutta e impercorribile”. Video


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.