SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Al 113 del Commissariato di San Benedetto del Tronto sono pervenute tre segnalazioni per schiamazzi. La prima, in via Porta Antica, a causa di musica ad alto volume che proveniva dalle finestre di uno stabile. I poliziotti hanno bussato al campanello e in casa c’erano quattro ragazzi che hanno chiesto scusa al vicinato, dicendo che non si erano accorti che il volume era eccessivo. La seconda segnalazione ha interessato un locale con dei tavoli all’esterno, con alcuni avventori che stavano mangiando un panino. In questo caso quelle persone stavano solo parlando e le loro voci, pur se non alte, di notte, con le  strade strette e i muri alti rimbombavano, dando l’impressione di essere veri e propri schiamazzi. Gli agenti hanno fatto presente agli avventori la situzione che, pertaanto, hanno avuto cura di tenere ancor più basso il tono delle loro voci.

La Volante del Commissariato è intervenuta pure in via Piemonte, in ausilio a personale sanitario di una struttura ove era ospite una persona che doveva stare in quarantena, nell’attesa di venire a conoscenza degli esiti del tampone cui si era sottoposta da poco. Lui non ne voleva proprio sapere di starsene chiuso tra quelle quattro mura ma, dopo aver ascoltato i poliziotti, si è convinto di doversi comportare in modo responsabile, tant’è che poi si è scusato per quel trambusto.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.