FERMO – Un altro intervento delle Forze dell’Ordine, in questi giorni, lungo la costa fermana.

Polizia di Stato in azione, come raccontano dalla Quesutra: “Poco dopo veniva segnalata la presenza ad una Volante, sul litorale, di due giovani magrebini in sella a biciclette che si aggiravano negli chalet del lungomare, entrando nei locali come se cercassero qualcosa. In effetti la Volante riusciva a rintracciare i due soggetti segnalati, uno dei quali alla vista degli operatori, dopo aver abbandonato la bici, si dava a precipitosa fuga sulla spiaggia inseguito da uno dei poliziotti che riusciva a bloccarlo poco distante”.

“Il giovane tentava con violenza di opporsi all’identificazione, causando lievi contusioni al personale della Polizia di Stato che riusciva comunque a contenerne le reazioni – si legge nella nota diffusa dai funzionari – Accompagnati in Questura, entrambi i ventenni sono risultati irregolari sul territorio nazionale, senza fissa dimora e provenienti da altre regioni. All’interno di un sacchetto di plastica trasportato nel cestino della bicicletta, venivano trovati vari oggetti quali chiavette Usb prodotti di bellezza e profumi sul possesso dei quali i due giovani fornivano vaghe giustificazioni. Il ragazzo che aveva tentato di sottrarsi al controllo sulla spiaggia veniva segnalato all’Autorità Giudiziaria per la resistenza opposta al controllo e le lesioni cagionate all’operatore”.

“Entrambi sono stati successivamente presi in carico dall’Ufficio Immigrazione per l’emissione, nei loro confronti, dei provvedimenti connessi allo  stato di clandestinità” concludono dalla Questura.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.