FERMO – Nei guai un malvivente.

Nella giornata del 9 agosto, dopo pochi giorni di indagine, i segugi dell’Ufficio Investigativo della Questura di Fermo hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria fermana un 50enne noto alle Forze dell’Ordine per i numerosi precedenti in materia di reati contro il patrimonio e lo spaccio di droga.

Dalla Questura affermano: “L’uomo, dimorante nella località di Lido Tre Archi, particolarmente attivo nella perpetrazione di furti, soprattutto in locali pubblici, esercizi commerciali e di beni mobili quali portafogli, borse, biciclette, motorini e di tutto quanto può appropriarsi facilmente e celermente, è stato individuato come responsabile del furto di una bicicletta elettrica del valore di quasi mille euro, perpetrato a metà della scorsa settimana presso un camping del litorale. Il soggetto, prima del furto, era stato notato da molti turisti aggirarsi con fare sospetto nella struttura ricettiva ed era stato allontanato dalla stessa”.

“Certamente, dopo aver individuato il suo obbiettivo era repentinamente tornato sul luogo ed aveva sottratto il velocipede, ma anche in questa occasione era stato notato, malgrado fosse riuscito ad allontanarsi in sella al corpo del reato – aggiungono dalla Questura –  Acquisite le concordanti segnalazioni delle persone domiciliate nel campeggio sulle caratteristiche fisiche dell’autore del furto, gli investigatori della Squadra Mobile e della Polizia Scientifica della Questura hanno potuto con certezza attribuire il furto al noto delinquente seriale e procedere alla denuncia“.

Sono in corso ulteriori accertamenti per il recupero della bicicletta rubata.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.