ALBA ADRIATICA – È scontro fra Comune di Alba Adriatica e Gattopardo dopo l’annuncio dell’amministrazione abruzzese di chiudere il locale per 10 giorni.

Qui il nostro articolo precedente

Il Comune di Alba Adriatica spegne per 10 giorni la musica del Gattopardo

La struttura nella serata dell’8 agosto è rimasta aperta ed ha ospitato la nota artista Elettra Lamborghini.

È arrivato il botta e risposta fra prima cittadina e discoteca con due note.

La nota del sindaco Antonietta Casciotti.

L’ inosservanza di un provvedimento della Pubblica Amministrazione e’ fatto grave e di tale comportamento i destinatari si assumeranno le responsabilità.

L’Amministrazione non arretrera’ di un passo rispetto al percorso intrapreso del rispetto della legalità.

Si resta in attesa di circostanziata relazione delle forze dell’ordine costantemente impegnate sul territorio nell’espletamento del proprio dovere e si informera’ S. E. il Prefetto di Teramo dell’accaduto.

Alba Adriatica ed il suo Sindaco non sono contrari al divertimento ma lo stesso deve essere assicurato osservando le norme a tutela degli stessi operatori economici, dei lavoratori, dei giovani e della salute pubblica e nel rispetto per la Città.

La replica del Gattopardo affidata all’avvocato  Roberto Antenucci, legale del gestore.

All’esito delle notizie che si rincorrono sui giornali e sui social in merito alla questione Gattopardo, nonché alle dichiarazioni del Sindaco della cittadina albense, corre l’obbligo di replicare e specificare come i titolari della discoteca abbiano dato seguito alla serata in programma non avendo ricevuto alcuna notifica di alcun provvedimento dal valore legale.

Nella mattinata di lunedì l’amministratore della società si recherà nella sede del municipio al fine di avere contezza della situazione reale.

Pare opportuno ricordare infine come la discoteca abbia appena finito di scontare i venti giorni di chiusura imposti dal questore di Teramo.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.