PORTO SAN GIORGIO – Nella mattina di ieri, 7 agosto, la Volante della Questura di Fermo a seguito di segnalazione giunta al numero di emergenza pubblico, è intervenuta nel comune di Porto San Giorgio.

Le segnalazioni erano relative alla presenza di tre soggetti che si aggiravano, con atteggiamenti sospetti, nel centro cittadino ed, in particolare, stazionavano nei pressi di gioiellerie.

“Acquisite le prime informazioni, gli operatori della Polizia riuscivano in breve tempo a rintracciare le persone indicate all’esterno di un bar e procedevano alla identificazione dei soggetti, cittadini dell’Est-Europa, due quarantenni ed un trentenne asseritamente provenienti da un’altra regione – si legge in una nota della Questura fermana  – A loro carico sono stati riscontrati numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, commessi anche con violenza, oltre al divieto di ritorno in alcuni comuni del territorio nazionale disposti dai Questori delle relative province”.

Dalle Forze dell’Ordine concludono: “Accompagnati in Questura, l’Ufficio Immigrazione provvedeva agli accertamenti di competenza al termine dei quali il Prefetto di Fermo emetteva nei loro confronti il provvedimento di allontanamento dall’Italia, in quanto pericolosi per la sicurezza pubblica, con l’obbligo del rientro nel paese di provenienza”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.