SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con decreto sindacale è stato conferito all’avvocato Donatella Forlini il ruolo di “Garante dei Diritti per l’Infanzia e l’Adolescenza del Comune di San Benedetto del Tronto. Istituita con delibera del Consiglio comunale e fortemente voluta dall’Assessorato alle pari opportunità, la figura del Garante dei Diritti per l’Infanzia e l’Adolescenza viene scelta “…fra persone di indiscusso prestigio, che abbiano una documentata esperienza nel campo delle scienze giuridiche, psicologiche e/o sociali o pedagogiche, ovvero delle attività sociali, educative, psico-sociali, purché in possesso dei requisiti necessari per la elezione dei consiglieri comunali”.

Il Garante dei Diritti per l’Infanzia e l’Adolescenza, previsto da numerose norme anche sovranazionali ( tra esse, la Carta delle Città Educative di Barcellona del 1991, la legge della Regione Marche n. 18 del 15/10/2002 e la legge della Repubblica Italiana 12 luglio 2011 n. 112) è un istituto indipendente, di stimolo, di promozione, che non si occupa prioritariamente dei singoli casi, ma del rispetto dei diritti di tutti i minori nell’agire dell’Amministrazione e degli altri soggetti che operano nella comunità, non come organo sovraordinato, ma come figura terza di garanzia.    

Il Garante è Autorità indipendente e svolge la propria attività in piena libertà ed indipendenza da qualsiasi Istituzione pubblica o privata e non è sottoposto ad alcuna forma di controllo gerarchico o funzionale e resta in carica per tutta la durata del mandato amministrativo del Sindaco;di dare atto che l’incarico è a titolo totalmente gratuito.

La scelta è avvenuta al termine della pubblicazione di un avviso pubblico che ha permesso di ricevere tre candidature.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.