SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dal 1° agosto saranno in vigore a Grottammare e San Benedetto i nuovi accordi territoriali in attuazione della Legge 431/98 e utili alla determinazione delle condizioni d’affitto degli immobili residenziali rispondenti ai requisiti dei canoni agevolati.

Il nuovo accordo stabilisce nuove soglie di prezzo, classificazioni, regole e zonizzazioni per i comuni interessati, recependo le novità introdotte dal DM del 16 gennaio 2017. Dal 1° agosto, dunque, si potranno utilizzare i nuovi criteri rivolgendosi alle organizzazioni aderenti, che sul rispetto di questi accordi eserciteranno vigilanza e garantiranno la certificazione prevista dalla legge. Hanno sottoscritto l’accordo Unione Inquilini, Sicet, Sunia, Uniat per gli inquilini e Confabitare, Uppi, Confedilizia e Asppi in rappresentanza della proprietà.

Il rispetto delle regole, delle forme contrattuali e delle soglie di prezzo definite dall’accordo garantisce vantaggi per entrambe le parti: gli inquilini potranno pagare un canone inferiore rispetto a quello offerto dal libero mercato mentre i proprietari godranno di vantaggi fiscali che renderanno conveniente la scelta di agevolazione.

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi alle sedi locali delle organizzazioni aderenti, i cui recapiti sono già pubblicati sui siti dei Comuni interessati.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.