MONTEPRANDONE – “Ieri 22 luglio ho firmato la petizione promossa dal comitato spontaneo di cittadini ‘Basta puzza’. Nel documento si chiede alle autorità competenti di continuare a porre massima attenzione al problema dell’emissione di miasmi provenienti da un’azienda situata in zona Vallecupa di Colonnella“.

Così in una nota il sindaco di Monteprandone, Sergio Loggi, in una nota il 23 luglio: “E’ una situazione che fino a poche settimane fa sembrava non avere soluzione. Dopo un incontro a Monteprandone con i vertici dell’Arpa Marche e dell’Arta Abruzzo e l’impegno del Consigliere regionale Fabio Urbinati, siamo riusciti ad ottenere le prime risposte dalle analisi congiunte effettuate in azienda”.

Il primo cittadino aggiunge: “Non c’è tossicità nelle emissioni, ma alcuni valori sono superiori ai limiti. Ora ci aspettiamo l’intervento delle autorità abruzzesi”.

Loggi conclude: “Noi continueremo a vigilare e a mettere in atto tutte le azioni possibili affinché i cittadini di Centobuchi e Monteprandone possano aprire liberamente le finestre di casa, senza respirare cattivi odori”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.