SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una semplice consumazione ai tavoli di un locale in Riviera costa caro ad un ragazzo, originario del Fermano.

Il 21 luglio la Polizia di Stato sambenedettese ha arrestato un 28enne intento a bere in un bar. Apparentemente non c’era nulla di male ma il ragazzo non aveva rispettato gli obblighi di dimora da “scontare” in una comunità di Ascoli.

Dalla Questura, in una nota, aggiungono: “I poliziotti della Divisione Anticrimine erano andati a controllare, lo scorso mese di giugno, se lui fosse dentro quella struttura, ma non lo avevano trovato. Il fatto è stato segnalato al Tribunale ascolano che, dopo qualche giorno, ha deciso di aggravare la misura a carico dell’uomo, originario del fermano, ripristinandone la custodia in carcere. Ieri, una pattuglia del Commissariato di San Benedetto del Tronto, che insieme a due equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine stava effettuando controlli mirati a locali e pub che sono a rischio di chiusura poiché già destinatari di cartellini gialli o arancioni esibiti dalla Questura, lo ha sorpreso ai tavoli di un bar, mentre stava consumando qualcosa”.

Per il 28enne, quindi, sono scattate le manette e attualmente si trova al carcere di Marino del Tronto.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.