SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Appuntamento culturale in Riviera.

Martedì 21 luglio, presso la Palazzina Azzurra di San Benedetto del Tronto, si terrà la seconda serata della sessione estiva del 27^ Premio Libero Bizzarri – Festival del Documentario. La prenotazione è obbligatoria: contattare  info@fondazionebizzarri.org
oppure chimata, sms o whatsapp al numero: 3207297536.    

TUTTI CON TE ALEX!

Martedì 21 luglio – ore 21.30 sono in programma i documentari 50 X Rio – Le paralimpiadi di Alex Zanardi” di Francesco Mansutti (2016, 36’ ) e Campo dei miracoli di Corviale (15’)

Serata dedicata a Zanardi. “50 X Rio – Le paralimpiadi di Alex Zanardi Passione, sacrificio, tenacia. Il trionfo ai giochi di Rio 2016, una delle imprese più grandi del campione, è stato raccontata in un film. La vita di Alex Zanardi dall’incidente in auto di Lausitzring è una continua fonte di ispirazione per gli sportivi di tutto il mondo.

Il documentario, intitolato “50 X Rio”, si è basato sul racconto di Giorgio Terruzzi, giornalista sportivo. Le riprese hanno narrato tutta la preparazione all’evento e si sono concluse a Rio De Janeiro. Un viaggio dentro il viaggio che porta Alex Zanardi a correre per l’oro di Rio nel momento in cui compie 50 anni. Ma “50 X Rio” non è solo la cronaca di un’impresa sportiva: emerge un Alessandro più intimo, l’Alex di ogni giorno, a contatto con amici e famiglia, nella condivisione degli affetti, nelle difficoltà delle relazioni e nella gestione dei mille impegni. Un lato del campione fino ad oggi mai stato raccontato.

Segue il Documentario “Campo dei miracoli di Corviale” (15’ +++)

Il progetto”Calcio Sociale”, ideato da Massimo Vallati – Premio Bizzarri 2018 – è un nuovo modo di giocare a calcio, senza differenze di sesso, età o abilità. Da 10 anni Calcio Sociale è il sole che scaccia via le ombre di degrado a Corviale (Roma) con un occhio all’ambiente

Calcio Sociale è un modo di riscrivere le regole dello sport più amato d’Italia: possono giocare tutti, dai 10 ai 90 anni, senza distinzione di sesso o di bravura, con un regolamento che antepone il collettivo al gruppo e consente anche ai diversamente abili di divertirsi con i normodotati.

Chiara, insieme a suo padre Massimo Vallati, ha deciso di dar vita a un progetto di ampio respiro che coinvolge decine di giovani. Hanno firmato un’iniziativa sociale fatta di sport e integrazione. Tutto questo nello scenario di un campetto da custodire, il Campo dei Miracoli, dove ogni giorno si ripete una straordinaria magia.

Chiara Vallati, a soli 13 anni, è stata insignita dal Presidente della Repubblica di ‘Alfiere della Repubblica’ per il suo impegno sociale.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.