GROTTAMMARE – La giunta Piergallini ha appena comunicato la decisione di mettere cestini nuovi in sostituzione dei “vecchi cestini logori e malfunzionanti”. Bene ma l’ultima nostra sollecitazione riguardava un problema ben diverso e cioè l’intervento degli addetti ai lavori su problemi evidenti di altra natura come la presenza di topi in zona ascolani (vedi foto), la mancata attenzione a mura imbrattate dagli escrementi dei piccioni (non soltanto sui marciapiedi e sulle mura che abbiamo fotografato), la mancata attenzione a marciapiedi rotti e pericolosi per i quali i residenti hanno spesso protestato, lo ‘scontro ravvicinato’ evitabilissimo per chi attraversa il pontino di via Alighieri verso mare, la necessità di tenere pulito quel piccolo spazio ove sono in molti a passarci giornalmente, la cronica e crescente carenza di parcheggi.  Insomma ridurre il tutto a nuovi cestini ci sembra poco. Magari ci sbagliamo ma, se è così, i responsabili del Comune ci spieghino perché. Almeno.
Questo il testo della nota comunale:
“Sono iniziate le sostituzioni dei cestini dei rifiuti indifferenziati della città con cestini nuovi per la raccolta differenziata dei rifiuti. La sostituzione era ormai diventata necessaria, poiché  i vecchi cestini erano ormai logori e malfunzionanti. 
L’intervento di piccola riqualificazione urbana, oltre a rendere la città più accogliente, funzionale e pulita, invita la comunità  al corretto conferimento differenziato dei rifiuti. La sostituzione e l’incremento dei cestini interessano l’intera città, a partire dalle piazze e dai percorsi pedonali. La particolare attenzione dell’amministrazione alla pulizia e al decoro cittadino è un impegno che per essere davvero efficace non può far a meno del coinvolgimento di tutti i cittadini. 
Nel dettaglio, verranno sistemati 21 cestoni in lamiera sagomata d’acciaio zincato con tettuccio e posacenere per la raccolta della carta, plastica e indifferenziato, oltre a 9 cestoni per sola indifferenziata. Entrambi i modelli permetteranno di introdurvi solo piccoli rifiuti e non interi sacchetti della a spazzatura o materiale diverso dal tipo di rifiuto preposto, come purtroppo avviene. La sostituzione è iniziata dal centro cittadino per proseguire poi a zona ascolani, fino ad arrivare alla pista ciclabile nord. Saranno sistemati, inoltre, 15 cestini in materiale riciclato nei parchi e nelle pinete della città, oltre all’incremento di una rastrelliera per incentivare la mobilità ciclabile in piazza Carducci.
“I nuovi cestini sono funzionali, eleganti e intonati alla bellezza della città – dichiara l’assessore alla Sistenibilità e alla Salute Alessandra Biocca – 
Ora tocca ai  cittadini utilizzarli nel modo migliore e contribuire così al  decoro e alla pulizia di Grottammare. Piccoli passi per incrementare la pulizia negli spazi pubblici di una città accogliente, luogo di socialità e meta turistica. Piccole attenzioni dal profondo valore ambientale valorizzeranno ulteriormente i nostri luoghi, perché l’attenzione al dettaglio e la cura dei particolari sono elementi indispensabili per tutelare davvero la bellezza. La città è patrimonio di tutti ed è compito di ciascuno prendersene cura”

Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.