SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nei prossimi giorni seduta che si preannuncia calda in Riviera, non solo a causa delle temperature estive.

Il presidente del Consiglio Comunale di San Benedetto, Giovanni Chiarini ha convocato il consiglio comunale per venerdì 24 luglio con inizio alle ore 9. La seduta si terrà in modalità telematica sulla piattaforma Zoom e si potrà assistere collegandosi a questo indirizzo: https://us02web.zoom.us/j/83107190223.

Sono 22 i punti all’ordine del giorno tra cui:

– le interrogazioni dei consiglieri Capriotti (sulla sicurezza dei parapetti del sottopasso di via Pasubio e sulle modalità con cui si intende affidare il servizio di creazione e gestione di un portale turistico della città), Sanguigni (sul perché sia stata esclusa dall’organizzazione della festa della Madonna della Marina l’associazione che ha organizzato la sagra negli anni precedenti), Pellei (sul destino dell’area della bocciofila di via degli Oleandri), Falco e Curzi (sulle modalità di affidamento dell’organizzazione dei concerti che si sarebbero dovuti svolgere in occasione della festa della Madonna della Marina e sulle modalità di svolgimento del servizio di raccolta dei rifiuti), Di Francesco (per sapere come si intende intervenire per il ripristino della bretella viaria di zona Ragnola);

– la comunicazione di un prelevamento dal fondo rischi contenzioso per far fronte alle spese derivanti da un giudizio sfavorevole al Comune;

– la ratifica di alcune variazioni al bilancio necessarie, tra le altre cose, per far fronte alle spese derivanti dalla gestione delle spiagge libere e per contabilizzare le somme erogate dallo Stato per i centri estivi;

– l’assestamento generale di bilancio. Entro il 31 luglio di ciascun anno, infatti, ciascun Comune deve dare atto del permanere degli equilibri generali di bilancio. Le variazioni più rilevanti di cui si deve tenere conto sono un aumento, stimato prudenzialmente in € 2.950.000, della previsione nel 2020 dei trasferimenti dallo Stato a seguito dei provvedimenti adottati per aiutare gli enti locali a fronteggiare le conseguenze della diffusione del coronavirus e, di converso, le minori entrate previste a seguito dell’emergenza stessa per oltre 2,5 milioni. Tra le voci in diminuzione, si evidenziano i 400.000 euro in meno previsti dalle sanzioni per le violazioni al codice della strada, i 400.000 euro in meno per i parcheggi a pagamento, i 308.000 in meno dalla TOSAP, i 320.000 euro in meno dalla tassa di soggiorno, i 230.000 euro in meno dal servizio mensa, i 250.000 euro in meno dall’IMU;

– la modifica e l’integrazione del regolamento di contabilità, soprattutto per adeguare la disciplina delle dilazioni dei pagamenti connessi ai procedimenti urbanistici;

– l’approvazione delle aliquote IMU 2020 (confermate le aliquote sulla base delle quali è stato pagato l’acconto del 16 giugno), il nuovo regolamento per la sua applicazione, il nuovo regolamento generale delle entrate che tiene conto delle nuove opportunità di rateizzazione introdotte negli ultimi anni;

– il regolamento per la gestione degli oggetti rivenuti e abbandonati;

– il rendiconto della gestione 2019 dell’istituzione musicale “Vivaldi”;

– l’autorizzazione alla costituzione di servitù di elettrodotto per la cabina elettrica appena realizzata a nord del “Ballarin” e alla servitù su terreni comunali in località Barattelle per far passare il metanodotto Ravenna – Chieti;

– la sdemanializzazione di un frustolo di terreno comunale di circa 66 metri quadrati ubicato sul lungomare Marconi tra il parcheggio pubblico adiacente il fosso Acquachiara e la corte di un immobile privato;

– l’acquisizione al patrimonio comunale di una parte delle aree del condominio “autorimessa Paese alto” nel complesso della scuola “Marchegiani già da tempo destinate alla circolazione stradale;

– la mozione proposta dalla consigliera Mandrelli per indurre l’Amministrazione a trasformare l’area del cosiddetto “ecomostro” di via Calatafimi in zona per l’edilizia sovvenzionata e convenzionata.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.