SAN BENEDETTO DEL TRONTO –    Una Mozione consiliare che porta la firma di tutta la minoranza a San Benedetto firma di Andrea Sanguigni, primo firmatario, Rosaria Falco, Giorgio De Vecchis, Antimo Di Francesco, Domenico Pellei. Tonino Capriotti, Marco Curzi e Maria Rita Morganti. E chiede un pass nominativo e una campagna di sensibilizzazione chimata,  per ora, “Posso prima io?” per istituire un pass nominativo da fornire a disabili gravi gravissimi e i loro caregiver per dar loro un accesso prioritario a servizi, uffici postali e bancari e attività commerciali di San Benedetto.

 

Di seguito il testo integrale:

“Premesso che l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e le norme di contenimento ad essa correlate, hanno cambiato profondamente la vita di tutti, in particolare, quella dei caregiver di persone con disabilità gravi e gravissime;
Considerato che le disposizioni, nazionali e regionali, di contenimento dell’emergenza epidemiologica sin qui emanate hanno causato molto spesso lunghe code e un maggiore impiego di tempo per svolgere le normali commissioni quotidiane che per la maggior parte dei cittadini hanno richiesto una migliore organizzazione dei tempi a disposizione;

Dato atto, in particolare, che per i nuclei familiari con all’interno persone con disabilità gravi la circostanza di cui sopra ha causato e causa enormi disagi dovuti alla scelta tra la prestazione della cura ai propri cari e la gestione delle commissioni nei vari esercizi commerciali;
Ravvisato che i commercianti della nostra Città saranno opportunamente coinvolti e invitati a collaborare, nel rispetto delle regole di convivenza civile, all’attivazione o al ripristino, laddove già esistenti, di corsie preferenziali per le categorie più fragili della popolazione quali: anziani, disabili, donne in stato di gravidanza, caregiver e operatori di servizi assistenziali (operatori socio-sanitari, infermieri, personale medico e operatori)
Dato atto che gli uffici comunali, postali e gli istituti bancari, al fine di agevolare il disbrigo delle commissioni giornaliere da parte di coloro che vivono una situazione di fragilità, saranno invitati a concordare con detti utenti i giorni e gli orari di accesso agli uffici;
Ritenuto necessario avviare una campagna di sensibilizzazione al fine di consentire al familiare che presta le cure a una persona con grave o gravissima disabilità (legge 104/1992, art 3, comma 3) di munirsi di un pass nominativo rilasciato dall’Ente, al fine di segnalare la propria precedenza nell’accesso alle attività commerciali, agli uffici postali, bancari e ad altri enti riducendo di conseguenza il tempo di rientro al proprio domicilio;
Considerato che l’Amministrazione Comunale si ritiene sensibile ai problemi della disabilità e sostiene in varie forme e modi i cittadini disabili e le famiglie che se ne fanno carico;

SI IMPEGNANO IL SINDACO E LA GIUNTA

a dare avvio ad una campagna di sensibilizzazione denominata “POSSO PRIMA IO?” al fine di consentire al familiare che presta le cure a una persona con grave o gravissima disabilità (legge 104/1992, art 3, comma 3) di essere munito di un pass nominativo rilasciato dall’Ente che gli consentirà di avere la precedenza nell’accesso alle attività commerciali, agli uffici postali, bancari e ad altri enti e di rientrare in tempi celeri al proprio domicilio;

E SI CHIEDE

di trasmettere copia del presente atto all’ANCI nazionale e al Comune di Grottaglie, capofila dell’iniziativa.”


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.