SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giorni intensi quelli vissuti lungo la costa e nell’entroterra, la stagione estiva è ormai entrata nel vivo e la grande affluenza registrata in provincia ne è una prova.

Le Forze dell’Ordine monitorano i locali di San Benedetto e Ascoli per tutta la settimana, in particolare nel weekend.

Nel mirino dei poliziotti della Divisione Amministrativa e Sociale della Questura di Ascoli Piceno e degli investigatori della Scientifica, che insieme ai carabinieri, ai finanzieri e ai vigili urbani osservano tutto quello che avviene nei pressi dei locali, è la Movida molesta e il rispetto delle norme anti-Covid.

Tra San Benedetto e Ascoli ci sono 20 strutture sotto ‘osservazione’, la Questura afferma: “Controlli in modo da poter cogliere sul fatto quei gestori, pochi, che ancora non si dimostrano virtuosi nel portare avanti le loro attività e, nel contempo, salvaguardare quegli operatori del settore, la maggior parte, che dopo un inizio sofferto di stagione si sono allineati per consentire a cittadini e turisti di trascorrere quei momenti di svago in allegria e in tutta sicurezza, ma soprattutto senza il pericolo di contrarre il Coronavirus”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.