SAN BENEDETTO  DEL TRONTO – Bufera a Pescara per un caso di corruzione sui grandi eventi che ha portato agli arresti domiciliari gli ex assessori Pd in Comune Giacomo Cuzzi e Simona Di Carlo, il segretario cittadino del Pd Moreno Di Pietrantonio e pure gli imprenditori Cristian Summa, ristoratore, e Andrea Cipolla, titolare della Best Eventi (clicca qui) che di concerti ne ha organizzati tanti anche da noi. Per esempio collaborando con l’Amministrazione Piunti per portare al Palariviera Raphael Gualazzi il prossimo 20 settembre (in realtà avrebbbe dovuto suonare ad aprile ma ci si è messo di mezzo il Covid). La Best Eventi, inoltre, ha portato a San Benedetto Malika Ayane e Angelo Piuntus a novembre 2018, i Negrita e i Bowland nel 2019 col patrocinio dell’amministrazione Piunti. Sembrerebbe anche che la stessa società, a detta dell’opposizione, aveva in programma di organizzare i concerti per la Festa della Marina 2020 col contributo economico del Comune di San Benedetto, festa per cui l’amministrazione ha messo in cantiere oltre 100 mila euro.

L’opposizione di San Benedetto, visto quello che è successo a Pescara si è subito mossa. “Date le notizie apparse sulla stampa relativamente agli arresti per diversi reati contestati agli imprenditori cui fa capo la Best Eventi, società che sembra essere la stessa cui la nostra amministrazione comunale ha affidato l’organizzazione dei concerti in programma in occasione della Festa della Marina” dicono Rosaria Falco, Giorgio De Vecchis e Marco Curzi, che hanno  dato la notizia di star per protocollare un’interrogazione urgente a risposta scritta e orale per fare piena luce sulla vicenda in oggetto e sulla correttezza dell’agire amministrativo di questa giunta comunale”.

 

CLICCA QUI PER I CONCERTI ORGANIZZATI DALLA BESTE EVENTI SUL NOSTRO TERRITORIO

 

A corredo pubblichiamo una richiesta di rettifica da parte del Comune di Monteprandone che, da nostri precedenti articoli di anni fa, risultava avesse collaborato con la Best Eventi. Nel Caso così non fosse ci scusiamo.

​​​​​”In merito alle notizie riportate dal vostro giornale relative all’organizzazione dell’edizione 2016 del festival Cose Pop da parte della
Best Eventi, si chiede la rettifica della notizia in quanto priva di ogni fondamento.

Infatti il Comune di Monteprandone affidò l’incarico alla ditta Omegalive srl per l’organizzazione della settima edizione di Cose Pop”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.