SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Fccn, organismo che sostiene e promuove le fusioni tra comuni e​ che coordina più di cinquanta Associazioni in tutto il Paese,​ ha inviato​ un “appello” al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte,​ evidenziando l’assenza, sia nel piano Colao, che nel piano di rilancio per l’Italia, di un radicale ripensamento del governo dei territori, volto a rendere omogenea ed efficace l’azione delle Istituzioni locali.

“Nutriamo molti dubbi circa il raggiungimento degli obbiettivi indicati,​ in tema di sburocratizzazione ed efficienza, senza una organica riorganizzazione dei Comuni, anche su base dimensionale, che consenta di riportare vicino ai cittadini capacità progettuale ed efficienza operativa”, ha dichiarato il Presidente Antonello Barbieri, in una nota.

Ed ha aggiunto: “ Introducendo una forte premialità  a favore dei progetti di fusione, con il sostegno dei fondi disponibili per interventi strategici, ci si può porre l’obbiettivo di dimezzare, in due anni, il numero dei Comuni, con grandi vantaggi in termini di costi e di efficienza, senza perdere di rappresentatività”​.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.