SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Presentata oggi, 3 luglio, alla stampa dal sindaco di San Benedetto Pasqualino Piunti, dall’assessore alla cultura Annalisa Ruggieri, dal presidente dell’Amat Gino Troli e dal direttore Gilberto Santini, con il presidente dell’Istituto Musicale Vivaldi Francesco Romano, la terza edizione di “Nel cuore, nell’anima”, rassegna proposta in estate in Piazza Piacentini da Comune e AMAT con il contributo di MiBACT e Regione Marche e in collaborazione con l’Istituto Vivaldi.

I tre “Ritratti d’autore in musica e parole” di quest’anno vedono in scena Cristina Donà & The Fishwreck (18 luglio) confrontarsi con le canzoni che hanno per tema l’acqua di autori come Robert Wyatt, Nick Drake, Nick Cave, Paolo Conte e Lucio Dalla; Filippo Graziani (31 luglio) interpretare i capolavori rock del padre Ivan; Antonella Ruggiero (8 agosto) proporre in duo con il pianista Roberto Olzer, una nuova lettura di suoi successi e brani di autori diversi (Matia Bazar, De Andrè, PFM) e diverse tradizioni (da quella pop a quella popolare sudamericana.

Cristina Donà (18 luglio) raffinata autrice e interprete della canzone italiana, è alle prese con un “canzoniere dell’acqua”. Il progetto è nato da una idea di Maurizio Busia per il festival Fabbrica Europa ed è diretto ed arrangiato da Cristiano Calcagnile (storico batterista della Donà) e da ottimi musicisti riuniti con il nome di The Fishwreck: Lorenzo Corti alle chitarre, Vincenzo Vasi al theremin, voci ed elettronica, Danilo Gallo al basso elettrico, Pasquale Mirra al vibrafono, Gabriele Mitelli alla tromba, flicorno e oggetti elettrificati. «L’acqua è entrata spesso nelle mie canzoni – afferma la cantante bergamasca –. Guaderemo fiumi impetuosi, cavalcheremo onde impossibili, ma sapremo anche godere della calma di una superficie sonora che cullerà come il grembo materno il nostro bisogno di appartenere agli elementi che ci costituiscono”.

“Filippo Graziani canta Ivan” in programma venerdì 31 luglio è un viaggio nelle canzoni e nel mondo di Ivan Graziani visto dagli occhi del figlio Filippo. Pochi musicisti italiani sono stati autenticamente rivoluzionari come Graziani, marchigiano d’adozione e primo artista in Italia a far dialogare la chitarra rock e il genere cantautorale, autore di alcune delle pagine più belle della musica italiana degli anni ‘70 e ‘80. Filippo, nato e cresciuto in un ambiente pieno di musica, anche lui chitarrista, rilegge (accompagnato dal Bip Gismondi) brani come Pigro, Lugano addio, Monna Lisa, Firenze e Maledette malelingue che risuonano in tutta la loro forza.

Antonella Ruggiero accompagnata da Roberto Olzer al pianoforte chiude la rassegna sabato 8 agosto con Concerto versatile. Voce fra le più suggestive del panorama italiano, capace di passare dal pop al registro di soprano leggero, la Ruggiero ha esplorato molti territori. Dopo i Matia Bazar, la cantante genovese ha spaziato dalla musica sacra al jazz, passando per la musica ebraica, portoghese, orientale e della tradizione popolare. Numerose le collaborazioni con artisti di primissimo piano, da Ennio Morricone a Roberto Colombo, Arkè Strings Quartet e Banda Osiris, ai videoartisti Iaquone e Attilii, agli scrittori De Luca, Affinati e Murgia.

Ingresso: biglietti di posto unico numerato euro 15 (Filippo Graziani canta Ivan euro 10) in vendita su www.vivaticket.it, alla biglietteria del Teatro Concordia (largo Mazzini, 1 tel. 0735/588246) tre giorni precedenti gli spettacoli (orario 18/20) e la sera di spettacolo dalle 19 alla biglietteria in Piazza Piacentini.

Informazioni Amat 071/2072439 www.amatmarche.net, Comune di San Benedetto del Tronto 0735/794438 – 0735/794587 www.comunesbt.it.

L’iniziativa rispetta tutte le procedure di legge per il contenimento della diffusione del Covid.

Inizio concerti ore 21.30.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.