SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Pensava di farla franca ed invece è stato deferito.

Un italiano di 46 anni è stato denunciato dalla Polizia Ferroviaria di San Benedetto del Tronto per il furto di un cellulare.

L’uomo è stato identificato dagli agenti grazie alle immagini estrapolate dal sistema di videosorveglianza presente nell’esercizio commerciale dove è avvenuto il fatto. “In particolare il soggetto, dopo essere entrato in un negozio di abbigliamento della riviera sambenedettese ed aver sottratto lo smartphone alla commessa, è stato identificato e rintracciato poche ore dopo, dagli operatori all’interno dello scalo ferroviario” affermano dalla Questura ascolana.

L’uomo è stato trovato in possesso dell’apparecchio rubato e una somma di denaro contante di quasi 2 mila euro.

“Il tutto è stato sottoposto a sequestro, mentre su disposizione del magistrato, l’uomo è stato denunciato a piede libero per il reato di furto aggravato” concludono dalla Questura.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.