ASCOLI PICENO – Nuovo incontro in Prefettura ad Ascoli, il primo luglio, per esaminare la situazione della viabilità lungo il tratto autostradale  dell’A14 dove a causa di numerosi cantieri aperti, dei lavori per l’adeguamento  delle gallerie previsti dalla legge 264/2006 e del concomitante restringimento della carreggiata lungo alcuni viadotti sequestrati dall’autorità giudiziaria,  si continuano a verificare rallentamenti del traffico e  lunghe code.

Oltre ai Sindaci di San Benedetto del Tronto, Grottammare, Cupra Marittima e Massignano, erano presenti il Vicepresidente della Regione Marche con delega alla viabilità, il referente  della Provincia, i vertici della Forze dell’ordine, dei Vigili del Fuoco e della Sezione Polizia Stradale, il Direttore generale per la vigilanza sulle concessioni autostradali del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, il referente del Centro Operativo Autostradale (C.O.A.) di Pescara,  il Direttore del VII Tronco – Autostrade per l’Italia, il referente del compartimento Anas per le Marche e il soggetto attuatore dell’Anas per il coordinamento degli interventi di messa in sicurezza e di ripristino della viabilità post sisma.

Nel corso dell’incontro, svoltosi in videoconferenza e fortemente voluto dai Sindaci dei comuni rivieraschi, è stata manifestata ancora una volta viva preoccupazione per l’attuale situazione che continua a causare disagi agli utenti della strada e pesanti ritardi nella consegna delle merci da parte degli autotrasportatori, con gravi danni che si riflettono lungo tutta la filiera come più volte segnalato anche dalle associazioni di categoria. E’ stato notato che il perdurare di questa situazione renderà  ancor più difficile il riavvio delle attività produttive, già duramente provate dal lungo “lockdown” dovuto all’emergenza Covid-19.

I Sindaci presenti e il Vicepresidente della Regione Marche hanno evidenziato che le frequenti code autostradali alle quali devono far fronte i pendolari ed i turisti che intendono trascorrere le vacanze in riviera, danneggiano gravemente l’economia locale e compromettono le aspettative di rilancio del turismo in una stagione già pesantemente  compromessa. Hanno aggiunto che interventi definitivi e rapidi su infrastrutture essenziali come quella autostradale,  risultano indispensabili  per scongiurare la marginalizzazione di un territorio già provato dagli effetti del sisma. 

Il Direttore del 7° tronco autostradale ha assicurato che le verifiche tecniche nelle gallerie sono terminate e che a breve le opere provvisionali di messa a norma saranno concluse. In relazione alla situazione dei viadotti sequestrati, ha aggiunto che i progetti definitivi sono stati inviati al Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti per le conseguenti valutazioni. Per quanto riguarda il viadotto di Santa Giuliana ha riferito che a breve verranno  eseguiti interventi che consentiranno il ripristino della doppia carreggiata con conseguente fluidificazione della circolazione stradale. Ha infine illustrato le attività programmate per prevenire criticità nel periodo estivo e fronteggiare il prevedibile aumento dei flussi veicolari sul tracciato autostradale. In particolare, oltre al continuo  presidio  di  personale  e  carri  attrezzi  lungo  l’autostrada  e lungo i caselli, verrà individuato anche personale dedicato alla assistenza degli utenti incolonnati in caso di lunghe e prolungate code. 

Il Direttore generale per la vigilanza sulle concessioni autostradali del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha confermato di aver ricevuto i progetti impegnandosi ad esaminarli al più presto. 

E’ stato poi esaminato lo stato dei lavori che riguardano l’asse viario interno della provincia in direzione est-ovest. Al riguardo il responsabile dell’assetto infrastrutturale rete di Anas, nonché soggetto attuatore per il coordinamento degli interventi di messa in sicurezza e di ripristino della viabilità delle strade di competenza di Anas, ha riferito che continuano i lavori di adeguamento lungo la SS. 685 verso l’Umbria, che rimane aperta seppur con alcune limitazioni. Proseguono anche i lavori di completo ripristino della viabilità  lungo la SS.4 Salaria e il raccordo Ascoli Mare i cui lotti stanno per esser completati. 

Le Forze dell’Ordine, e in particolare la sezione di Polizia stradale e il COA di Pescara, hanno assicurato ogni sforzo per cercare di limitare disagi e code e il massimo impegno nel garantire la sicurezza stradale.

Il Prefetto ha auspicato che ciascuno per la parte di propria competenza porti avanti con sollecitudine tutte le iniziative possibili per cercare di limitare i disagi e superare le criticità rappresentate. Al termine ha ringraziato i presenti “per la costruttiva collaborazione prestata assicurando la massima attenzione sulla problematica”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.