Il 2020 sorprende in positivo la Cantina dei Colli Ripani, cantina cooperativa nata a Ripatransone nel 1969, con oltre 330 soci coinvolti nell’attività.

Nonostante le difficoltà di questa prima parte dell’anno la Cantina ha ottenuto significativi riconoscimenti proprio in questi giorni.

A comunicarlo sul proprio sito web è il Vinitaly, che, pur dovendo posticipare l’edizione 54 al 2021 ha comunque assegnato i premi per il concorso International Packaging Competition, che da 24 edizioni premia lo sforzo delle aziende che investono in creatività per migliorare la propria immagine.

Per l’edizione 2020 erano presenti in gara ben 239 progetti, provenienti da tutto il mondo.

E sono arrivate delle splendide notizie.

La giuria internazionale, composta da designer, art-director e giornalisti ha proclamato vincitore del Premio Speciale “Etichetta dell’anno 2020” proprio la Cantina dei Colli Ripani per il suo “Anima Mundi” Terre di Offida DOC Passerina Passito 2011.

L’etichetta, realizzata dall’Art Director Andrea Castelletti, avrebbe dovuto essere presentata proprio alla fiera Vinitaly come restyling di un prodotto storico e molto apprezzato.

L’azienda ha comunque deciso di far uscire la nuova etichetta e rendere disponibile sia online che nei punti vendita la nuova veste grafica dell’Anima Mundi. Una scelta premiata con il massimo riconoscimento del concorso di Vinitaly dedicato al packaging.

Ma le sorprese non sono finite qui. La giuria del concorso ha assegnato il premio Etichetta d’Argento al “il vicolo” Marche IGT Rosato 2019, che si è distinto nella categoria “confezioni di vini rosati tranquilli a denominazione di origine e a indicazione geografica”.

Questo vino rosato è la seconda grande novità del 2020 per la Cantina, ed è un omaggio al vicolo più stretto d’Italia, un record che appartiene proprio a Ripatransone.

“Grande è la soddisfazione per questi risultati – dichiara il presidente della Cantina dei Colli Ripani Giovanni Traini    che ci riempiono di orgoglio e che ci daranno sicuramente una nuova spinta e nuovo entusiasmo per affrontare al meglio la seconda metà dell’anno. Un ringraziamento particolare – continua Traini – per Andrea Castelletti, ideatore di entrambe le etichette”.

Per “il vicolo” si tratta di un battesimo d’oro. È il nuovo nato per la Cantina, presentato solo qualche settimana fa. Una scommessa che sembra già vinta per l’azienda di Ripatransone visto il grande successo in termini di vendite con circa 2000 bottiglie vendute in poco meno di un mese, tra Italia e estero.

Il vino si sta facendo apprezzare per le sue qualità ma non solo.

Il progetto grafico, fin dalla sua presentazione, è stato considerato da molti addetti del settore e opinion leader l’esempio di una nuova tendenza che valorizza in modo creativo l’etichetta del vino. Un nuovo modo di parlare al pubblico comunicando non solo i valori del prodotto ma cercando di trasformare la stessa bottiglia in un simbolo, in un’icona memorabile.

La Cantina non è nuova a questi importanti traguardi. Le affermazioni dell’edizione appena conclusa confermano l’apprezzamento per il lavoro dell’azienda da parte della giuria dell’International Packaging Competition di Vinitaly.

Già nel 2015 e poi nel 2016 la giuria aveva premiato la Cantina prima con il Premio Speciale “Etichetta dell’anno 2015” per il Rosso Piceno DOC della Linea Biologica e poi con il Premio Speciale Packaging 2016” conquistato dalla Linea Colli Ripani.

Una certificazione evidente di quanto la Cantina stia facendo per rinnovare il mercato, generando uno stimolo positivo per l’intero settore.

Pur rimanendo nel solco della tradizione e nel rispetto dei suoi elementi statutari, la Cantina, ormai da qualche anno, sta definendo nuovi standard e un nuovo stile di comunicazione per il mondo del vino.

Un percorso che non è certo passato inosservato e che testimonia quanto l’impegno e la determinazione, oltre che una visione sul futuro, possano dare ottimi frutti.

Un piccolo miracolo che, oggi più che mai, vale la pena di celebrare.

Le soddisfazioni derivanti dalla platea internazionale si sommano poi a quelle delle iniziative benefiche portate avanti nel pieno dell’emergenza Covid-19.

Si è conclusa il 31 maggio la raccolta fondi che la Cantina aveva lanciato il 6 Aprile scorso per sostenere la Protezione Civile e dare un piccolo contributo per una buona causa.

Grazie agli acquisti effettuati nello store online, che ha ben sostenuto le vendite nel periodo di lockdown, e nei punti vendita, la Cantina ha venduto 414 bottiglie di Mercantino Offida DOCG Pecorino.

La metà del ricavato, esattamente la somma di 2.147,90 euro, è stato poi devoluto alla Protezione Civile: un piccolo gesto che conferma ancora una volta quanto solo grazie al sostegno di ogni singolo individuo sia possibile realizzare progetti che lascino il segno.

Ma le iniziative a sostegno della comunità non finiscono qui.

Già annunciato da qualche mese e poi interrotto per l’emergenza Covid-19 si è confermato l’inizio dei lavori di restauro per il Sipario Storico del Teatro Luigi Mercantini di Ripatransone: un intervento di forte valenza culturale e sociale che la Cantina aveva deciso da tempo di finanziare.

Impegno, solidarietà, cultura e buon vino. La Cantina si presenta al meglio per i prossimi mesi del 2020.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.