FERMO – Nel pomeriggio di ieri, 22 giugno, personale della Questura della Squadra Mobile, Squadra Volante, Polizia Scientifica, Reparto Prevenzione Crimine di Pescara e con l’unità cinofila della Guardia di Finanza, hanno proseguito le attività di controllo e sicurezza nella località Tre Archi di Fermo.

Anche ieri è stato sigillato uno degli appartamenti oggetto dell’ordinanza sindacale che ne dispone la chiusura per motivi di sicurezza e di salubrità, locali abusivamente occupati da sbandati e delinquenti che vi trovano ricovero temporaneo anche per le l’organizzazione delle loro attività delittuose.

All’interno dell’abitazione è stato, infatti, rintracciato un cittadino extracomunitario quarantenne, clandestino sul territorio nazionale e noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti che veniva allontanato e denunciato all’Autorità Giudiziaria per la violazione dell’Ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale.

Oltre alla messa in sicurezza dell’abitazione, sono stati verificati ulteriori quattro appartamenti per i quali erano giunte segnalazioni da parte di alcuni condomini relative a possibili presenze di soggetti non autorizzati, ma senza rilevare anomalie.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.