SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Egregi onorevoli deputati e senatori, desidero richiamare la Vostra attenzione, e sollecitare un Vostro intervento nelle sedi preposte, sulla situazione a dir poco difficile che le nostre comunità continuano vivere per le assurde condizioni in cui versa il tratto marchigiano e abruzzese dell’Autostrada A14″. 

Così in una nota il sindaco di San Benedetto del Tronto, Pasqualino Piunti, il 22 giugno.

Il primo cittadino dichiara:Territori che hanno vissuto esperienze tremende e devastanti, come il terremoto prima e il lockdown poi, continuano a dover patire le disastrose condizioni del più importante asse viario nord sud della fascia adriatica, l’unico che potrebbe assicurare velocità di spostamenti in questo corridoio stretto tra mare e rilevati montani dove vivono ed operano centinaia di migliaia di persone”.

Piunti aggiunge: “E invece da mesi, da anni, si protrae la presenza di cantieri per lavori che non si capisce come mai non siano stati fatti prima e comunque dei quali non si vede la fine. E continuano a farsi sentire i pesantissimi effetti dei sequestri giudiziari sui viadotti”.

“Così non si può andare avanti, la misura è colma, dobbiamo tutti dire un forte e deciso basta e pretendere dal concessionario, ma sopratutto dal Governo che ha il dovere di vigilare, risposte convincenti e impegni vincolanti – conclude il sindaco – Resto in attesa di avere notizia delle azioni che si intendono porre in essere in questa direzione e saluto cordialmente”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.