SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un locale doveva rimanere chiuso per 15 giorni in Riviera a causa di diverse norme non rispettate nei fine settimana precedenti.

Ed invece, nella serata del 20 giugno, il bar colpito dalla sospensione emanata dalla Questura era aperto ai clienti.

Ciò non è passato inosservato alla Polizia, avventori e titolari sono finiti nei guai.

In arrivo, quindi, nei prossimi giorni un provvedimento ancora più severo da parte della Questura ascolana.

All’interno 10 persone che bevevano alcolici. La volante del Commissariato se ne è accorta e ha identificato gli avventori, facendo sgomberare il locale.

A seguito di ciò il Questore ha notificato un nuovo provvedimento di chiusura al gestore, superando la precedente chiusura per 15 giorni, che è stata questa volta disposta per ben 90 giorni, poiché il gestore ha dimostrato concretamente di non essere interessato al rispetto delle norme in tema di sicurezza pubblica e di salute dei cittadini.

Un dossier è stato inviato di nuovo al Comune, poiché si ritiene inevitabile la revoca della licenza a suo tempo rilasciata.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.