TERAMO – Violenze nell’entroterra teramano nei giorni scorsi.

Una pattuglia della Volante di Polizia a Teramo ha tratto in arresto un uomo che si era reso responsabile di ripetute e fastidiose molestie ai danni di commercianti del capoluogo e dei molti cittadini che si erano concessi una passeggiata lungo Corso San Giorgio.

Un 46enne residente a Pineto, aveva però trasformato con l’avvicinarsi delle ore notturne l’atteggiamento di molestia in vere e proprie aggressioni verbali, con ingiurie e minacce, fin tanto che alcuni cittadini si vedevano costretti a richiedere l’intervento al 113.

Nei pressi di una nota birreria del centro cittadino, i poliziotti hanno individuato l’uomo segnalato, a bordo di una bicicletta: a momento del controllo e alla richiesta di esibire un documento, lo stesso estraeva da una tasca del giubbino un contenitore spray spruzzando parte del contenuto verso il volto degli Agenti, arrecando da subito irritazione agli occhi.

Questo però non è bastato per impedire l’azione di polizia: nonostante quindi anche frasi ingiuriose ed offensive e la volontà di colpire con calci e pugni, il malvivente è stato bloccato e condotta in Questura dove, dopo le formalità di rito, è stato tratto in arresto e messo a disposizione della Procura.

L’uomo, ora agli arresti domiciliari, non era nuovo a tali diffuse intemperanze, tanto che aveva riacquistato la libertà pochi giorni fa, dopo un ennesimo arresto.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.