ANCONA – La regione Marche ha reso note le cifre che concederà, a esaurimento di uno stanziamento di 10,5 milioni e a fondo perduto alle attività di tipo ricettivo-turistico. Si tratta di una concessione di contributi straordinari una tantum a, fondo perduto come detto, in relazione all’emergenza COVID-19.

La domanda per l’ottenimento del contributo vacanza dovrà essere presentata sulla piattaforma telematica regionale denominata Siform, mediante implementazione di
apposita modulistica, corredata dalle autocertificazioni, “le domande presentate e acquisite esclusivamente mediante la predetta piattaforma, fa sapere Ancona”, “verranno istruite in ordine cronologico di arrivo” fino a esaurimento del fondo di 10, 5 milioni.

I contributi assegnati in esito alle domande istruite con esito positivo saranno liquidati ai richiedenti sino a concorrenza delle risorse stanziate. Sulla base dell’anagrafe regionale le risorse stanziate dovrebbero consentire la liquidazione del contributo a tutti gli aventi diritto in possesso dei requisiti richiesti dalla domanda. Per garantire velocità nella liquidazione delle somme all’inizio si procederà con autocertificazione ma il contributo potrà essere revocato qualora, a seguito di controlli, non risultino confermati i requisiti richiesti ovvero risultino situazioni di irregolarità.

 

Leggi nella tabella sotto il tipo di attività a cui verrà riconosciuto il contributo e l’ammontare:


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.