Con questo video affronto il tema dei piccoli ospedali. I tanti commenti ricevuti meritavano una risposta. Eccola! Mi…

Gepostet von Claudio Maria Maffei am Montag, 8. Juni 2020

SAN BENEDETTO – La disamina dell’ex direttore sanitario dell’Inrca è così precisa e dettagliata che tutti i residenti del Piceno dovrebbero ascoltarla con grande attenzione e smetterla di chiedere un ospedale di Primo Livello a San Benedetto o ad Ascoli.

Mai come in questo caso “in media virtus” (la virtù sta nel mezzo). Non solo per un problema di rivalità storica tra le due città principali del nostro territorio ma per una questione chilometrica che diventerebbe un problema per le post acuzie.

I pazienti appena operati finirebbero a 30 chilometri dalla città di appartenenza. I sambenedettesi, se l’ospedale per acuti fosse costruito sulle rive marine del Tronto, gli ascolani se lo diventasse il “Mazzoni” come auspica il sindaco del capoluogo. Riflettete, riflettete.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.