SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Forse si risolverà venerdì prossimo la querelle che si è aperta tra gli ambulanti del mercato del martedì e venerdì di San Benedetto e l’Amministrazione Comunale. Oggi, martedì 9 giugno, c’è stata una protesta degli “scontisti”, ovvero gli ambulanti senza posto fisso che, prima dell’emergenza Covid-19, partecipavano alla “spunta”, ovvero all’assegnazione dei posti liberi attraverso una procedura che si basava su un punteggio assegnato a ciascun ambulante.

La soluzione (è intervenuto a mediare il consigliere comunale Carmine Chiodi, oltre che i vigili urbani) è che la spunta verrà riproposta da venerdì prossimo. Il problema che si era originato, alla riapertura del mercato con la Fase 2, era il fatto che gli ambulanti non potessero aprire e lavorare nonostante i posti liberi disponibili.

“L’ordinanza era stata fatta anche in altri comuni, ma poi tolta – spiega il commerciante Francesco Costantini – E parlo di Ascoli, Porto San Giorgio e Grottammare. Solo a San Benedetto è rimasta in vigore. Noi abbiamo bisogno di lavorare, siamo senza soldi dopo tre mesi di stop”.

Circa 40 gli ambulanti del martedì che fanno la spunta, entro le 8 del mattino, alla Palazzina Azzurra. Venerdì prossimo, probabilmente, potranno ricominciare a lavorare senza problemi.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.