GROTTAMMARE – Intervento immediato e tempestivo dei carabinieri lungo la costa picena in questi giorni a causa di un grave episodio che poteva portare a conseguenze peggiori.

In pieno centro cittadino a Grottammare sono intervenuti i militari locali e sambenedettesi su richiesta al 112 di una 19enne del posto, la quale, assieme alla sua famiglia, era stata minacciata con un grosso coltello da cucina da un condomino 30enne già conosciuto alle forze dell’ordine.

La grave minaccia è stato uno dei numerosi episodi persecutori che si ripetono dal mese di gennaio 2020 sempre a danno della stessa famiglia.

L’uomo è stato quindi arrestato in flagranza per i reati di atti persecutori e per resistenza a pubblico ufficiale poiché ha cercato di sottrarsi all’arresto opponendo viva resistenza, venendo subito bloccato dai militari operanti.

Si tratta di un raro caso di stalking “condominiale” sul quale i carabinieri sono intervenuti in maniera rapida e decisa ponendo fine alle minacce e vessazioni. L’uomo è ora a disposizione della Magistratura ascolana.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.