SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Come annunciato, con ordinanza sindacale sono stati prorogati fino al 10 giugno i provvedimenti di limitazione nell’utilizzo delle spiagge libere della città di San Benedetto del Tronto già disposti una settimana fa: fino a mercoledì 10 giugno, quindi, sulle spiagge libere si potrà transitare, passeggiare ma non ancora sostare.

Il nostro articolo di ieri, 5 giugno

Spiagge libere a San Benedetto “chiuse” fino al 10 giugno. Poi prenotazioni via Web e telefono

“La motivazione di tale provvedimento, analogo a quello adottato da tante grandi realtà turistiche italiane, va ricercata nella necessità di disciplinare l’uso degli arenili in conformità con i protocolli per la prevenzione del contagio da Coronavirus – spiegano dal Comune di San Benedetto – A differenza delle spiagge in concessione, come noto, quelle libere non sono dotate di accessi controllati e di personale di assistenza. E’ stato dunque necessario organizzare in pochissimi giorni un servizio di spiaggia mai realizzato prima: le disposizioni per l’uso delle spiagge libere sono contenute in una Delibera della Regione Marche del 25 maggio che ha recepito le indicazioni di un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio”.

Nella nota si prosegue: “In questo brevissimo lasso di tempo, il Comune di San Benedetto del Tronto ha dovuto allestire un servizio di gestione degli accessi in spiaggia che, a partire da lunedì 8 giugno, sarà attuato tramite prenotazione online collegandosi al sito internet t.sbt.it“.

Il sistema informatico mette a disposizione tante informazioni corredate da immagini fotografiche per scegliere con comodità, 24 ore su 24, la spiaggia su cui trascorrere la giornata. Per chi non ha dimestichezza con internet, è stato allestito un “call center” organizzato con personale comunale: il numero da chiamare è 0735.794888, sarà attivo a partire da lunedì 8 giugno tutti i giorni dalle 9 alle 14.

Sempre per adeguarsi ai protocolli, è stato necessario dotare le spiagge libere di docce (sono stati installati ben 18 impianti e altri 6 esistenti sono stati potenziati) e di bagni (ce ne sono 8 a disposizione di cui 3 attrezzati per diversamente abili) con relativo servizio quotidiano di sanificazione e igienizzazione.

Dal Comune aggiungono: “Tra gli adempimenti in corso di ultimazione c’è anche la cartellonistica per informare gli utenti sulle novità che è stato necessario introdurre: all’inizio della settimana compariranno agli ingressi delle spiagge libere tabelle informative che indicheranno, in italiano e in inglese e il supporto grafico di pittogrammi, le specifiche regole da rispettare per ogni tratto di spiaggia”.

Del personale comunale, che indosserà apposita pettorina con lo stemma dell’Ente, sarà in servizio sul lungomare per fornire informazioni ed assistenza ai fruitori della spiaggia.

“Per quest’articolata e complessa operazione, il Comune ha stanziato oltre 70 mila euro, un investimento non indifferente in questi tempi di scarsità di risorse ma che era indispensabile sostenere per aprire le spiagge durante lo stato di emergenza” concludono dal municipio sambenedettese.

Da lunedì 8 giugno quindi si potrà iniziare a prenotare il proprio posto in spiaggia: ci sarà qualche giorno di tempo per rodare il meccanismo e nel frattempo saranno ultimate tutte le operazioni di allestimento. Ingresso consentito sulle battigie libere dall’11 giugno.

In sostanza la delibera comunale stabilisce che la prenotazione è necessaria dalle 8 alle 20 per stazionare in spiaggia.

Le spiagge libere di San Benedetto di competenza comunale resteranno tutte ad uso completamente pubblico, e pertanto ad accesso gratuito.

L’unico cambiamento imposto ai Comuni dalle linee guida regionali per l’emergenza Covid è una regolamentazione degli accessi. Il Comune di San Benedetto ha scelto di calcolare un numero massimo di persone ammissibili in ciascuna spiaggia libera tenendo conto dei distanziamenti minimi imposti dalla legge e introdurre la prenotazione, tramite app o telefono.

Si potrà prenotare per una data distante fino a 7 giorni da quella in cui si effettua la prenotazione. Ma si potrà anche prenotare in tempo reale per chi decidesse in qualsiasi momento di andare al mare, sempre che ovviamente nella spiaggia prescelta ci siano ancora posti disponibili.

All’interno di ciascuna spiaggia vige l’obbligo di distanziamento minimo di 3,5 metri tra palo a palo degli ombrelloni e di 2 metri tra teli mare, sdraio, lettini e altro.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.