SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Adeguandosi alle disposizioni nazionali previste per la nuova fase di gestione dell’epidemia di Covd 19, il sindaco Pasqualino Piunti ha firmato un’ordinanza che, revocando parzialmente il provvedimento emesso il 4 maggio scorso, dispone, a partire dal 6 giugno, la riapertura di giardini pubblici ed aree giochi interne ai parchi comunali. L’unica limitazione che resta in vigore riguarda il divieto di utilizzo, per discipline non individuali (cioè per giochi di squadra), di campi calcio, campi da calcetto e campi da basket ospitati da alcune di queste aree verdi. In sostanza, non si potranno fare partite, ma allenamenti individuali sì.

Naturalmente si dovranno rispettare le norme generali previste in questo periodo, come il divieto di assembramenti e la distanza interpersonale di almeno 1 metro mentre è in vigore l’obbligo di utilizzo della mascherina per tutte le persone con più di 6 anni sotto l’esclusiva responsabilità, nel caso di minori, del genitore o dell’adulto accompagnatore. I gestori delle aree dovranno poi procedere ad una pulizia periodica delle attrezzature.

Le aree che riapriranno i battenti da sabato 6 giugno sono:

• Area verde via Ferri

• Area verde via D’Annunzio

• Parco Saffi

• Parco via Manara

• Parco Sara

• Area Verde via Montello

• Area Verde via Formentini

• Area Verde piazza Kolbe- Fornace Cerboni

• Area verde via Lombardia (parco Wojtyla )

• Parco via Monte Conero

• Parco Eleonora

• Parco Ristori

• Parco Paola

• Giardino dei Colori (complesso Vannicola)

• Parco SS. Annunziata


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.