MONTEPRANDONE – Moltissime persone nella mattinata del 27 maggio si sono recate nella piazza del Convento di San Giacomo della Marca per dare l’ultimo saluto a Divo Coccia, il 59enne originario di Monsampolo e residente a Monteprandone, investito e ucciso da un’auto il 23 maggio a Stella mentre era in bici. Il veicolo non si era fermato a prestare soccorso

Tanta gente ai funerali, familiari e cari amici dello stimato volontario dell’Avis di Monteprandone.

La piazza adiacente al Convento è stata allestita in modo da poter accogliere tutti coloro che volevano omaggiare e salutare per l’ultima volta il 59enne Divo Coccia con le nuove disposizioni anti-Covid e sul distanziamento sociale. La maggior parte dei, tanti, presenti, aveva la mascherina. Sul posto anche personale sanitario del 118, Protezione Civile, Forze dell’Ordine e Polizia Municipale.

Una grande folla si è presentata nello spiazzale di San Giacomo della Marca in segno di grande affetto nei confronti di Divo Coccia, conosciuto e apprezzato non solo a Monteprandone. Commozione e lacrime durante la cerimonia, in molti hanno voluto stringersi attorno alla moglie Ida e ai figli Mirko, Mattia e Marika.

La sera stessa dell’incidente è stato rintracciato e arrestato un 26enne a Centobuchi dalla Polizia Stradale, dovrà rispondere di omicidio stradale e di omissione di soccorso. Il conducente è risultato, poi, positivo all’Alcol Test.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.