TERAMO – Un’altra brutta storia da “Codice Rosso”, stavolta proveniente dal Teramano.

Nella giornata di ieri, 23 maggio, personale della Squadra Mobile di Teramo ha dato esecuzione all’ordinanza con la quale il G.I.P. del Tribunale di Teramo ha disposto la misura del divieto di avvicinamento alla persona offesa ed ai luoghi da essa frequentati, nonché il divieto di qualsiasi contatto telefonico con la stessa, nei confronti di un teramano.

L’attività di indagine della Squadra Mobile ha permesso infatti di accertare che l’uomo, dal mese di febbraio 2020, aveva posto in essere nei confronti della ex compagna condotte reiterate di molestie e minacce gravi, anche con il mezzo del telefono, dettate da morbosa gelosia e dalla incapacità di rassegnarsi alla fine della loro relazione.

Il primo maggio il grave episodio: l’uomo si è recato nella abitazione della donna e, constatata la volontà di non farlo entrare, scavalcava il cancello ed il balcone e, dopo aver forzato la tapparella, colpiva con violenti pugni la finestra dell’appartamento, anche cercando di forzarne la serratura.

Non è riuscito nell’intento solo grazie all’intervento della sorella della vittima che ha chiamato la Polizia.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.