TERAMO -Aveva trovato un particolare nascondiglio per le sostanze stupefacenti da vendere, in seguito, a diversi tossicodipendenti.

Un albanese di 25 anni è stato tratto in arresto nel pomeriggio del 22 maggio per detenzione di droga ai fini di spaccio, dalla Squadra Mobile di Teramo-Sezione Antidroga.

Nel corso di un mirato servizio di osservazione, predisposto a seguito di segnalazioni pervenute alla Questura, l’uomo è stato notato prelevare qualcosa sotto parte di materiale inerte accumulato alla base di un pilone della Teramo-Mare, all’altezza di contrada Carapollo, ai margini dei giardini del Parco Fluviale.

La perquisizione personale ha consentito di rinvenire nella sua disponibilità 3 grammi di cocaina mentre nel luogo in cui era stato visto scavare con l’ausilio di un bastone, sono stati rinvenuti 27 grammi sempre di cocaina suddivisa in dosi e pronte per lo spaccio.

A casa l’uomo aveva anche 5800 euro ben nascosti tra la biancheria intima in un cassetto della camera da letto.

Droga e soldi, ovviamente, sotto sequestro.

L’uomo, punto di riferimento per gli assuntori di stupefacenti di Teramo, è stato messo a disposizione della Procura ed è ora agli arresti domiciliari.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.