GROTTAMMARE – Gesto scellerato, nella serata del 19 maggio, compiuto da un uomo lungo la costa picena e costato molto caro.

I carabinieri di Grottammare, in servizio di controllo del territorio sul lungomare, hanno deciso di controllare un’auto che, alla vista della paletta dei militari, ha tentato dapprima di investire il militare che gli ha imposto l’Alt e subito dopo si è dato a una precipitosa fuga verso nord imboccando la Statale 16.

I carabinieri si sono posti subito all’inseguimento e, nel contempo, tramite la Centrale Operativa, hanno predisposto dei posti di blocco lungo l’Adriatica e la Valtesino.

Proprio verso questa seconda direzione si è diretta l’autovettura che è stata poi bloccata nel territorio di Ripatransone con non poche difficoltà e solo grazie al pronto intervento delle pattuglie delle Stazioni di Ripatransone e Offida che gli hanno sbarrato la strada.

L’uomo alla guida, un47enne residente a Grottammare e conosciuto alle forze dell’ordine, che ha agito in stato di forte agitazione, è stato immediatamente arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e posto a disposizione della Magistratura fermana. 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.