RIPATRANSONE – Di seguito una nota, giunta in redazione, di Progetto Paese, gruppo di minoranza a Ripatransone. 

La crisi Covid-19 rappresenta un grande shock non solo per l’emergenza umanitaria e sanitaria in cui, purtroppo, siamo incorsi ma anche per le implicazioni di carattere economico dovute alla chiusura e al blocco di numerose attività commerciali e produttive, i cui effetti minano e pongono in serio dubbio il grado di resilenza di tutti quanti operano in modo attivo nell’ economia. Ora più che mai occorre evitare ritardi nell’implementazione delle misure di sostegno alle imprese produttive e commerciali oltre che ai lavoratori per non aggravare le prospettive di una ripresa, che ci auguriamo sia più rapida possibile.

Non potendo attendere che lo Stato provveda ad aiutare tutti, la nostra Amministrazione potrebbe, al fine di aiutare le imprese e i commercianti del territorio, prevedere una agevolazione consistente in una riduzione atipica della Tari, prevista dal comma 660 legge 147/2013, per il periodo di chiusura forzata delle attività e dei mesi necessari alla ripresa. Le modalità di attuazione delle riduzioni potrebbero essere discusse in sede di determinazione delle tariffe da approvare con delibera consiliare entro il 30 giugno a venire.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.