SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Cambia il volto di San Benedetto, città che mantiene una sua dinamicità nelle forme se non nei nomi, spesso ricorrenti. Così un albergo che ha fatto parte della storia della città, l’Hotel Garden, posto a pochi passi dalla Rotonda di Viale Buozzi, si appresta ad essere trasformato in palazzina con appartamenti residenziali.

In questo modo il trittico di Hotel che si affacciavano sulla via centrale della città, un tempo rinomatissimi, diventeranno, nella terza decade degli anni Duemila, residenziali.

Prima l’Hotel Roxy, poi l’Hotel Calabresi e infine l’ultimo a cadere è appunto l’Hotel Garden. Entro il 3 giugno dovranno essere ultimati alcuni lavori di demolizione che hanno comportato l’occupazione del suolo pubblico, accordata già lo scorso 21 febbraio, proprio nei giorni in cui esplodeva il contagio da Covid-19 in Italia. Ecco che sono state necessarie delle proroghe a causa del blocco dei lavori edili nell’edilizia, l’ultima delle quali lo scorso 8 maggio. Il permesso di costruire risale al 9 dicembre 2019.

I committenti sono la società Hotel Garden Srl e il costruttore Leonardo D’Isidori. I lavori di demolizione vedono impegnata la ditta Lupi Vincenzo Srl, mentre tra i progettisti troviamo l’ingegner Marco Sciarra, l’architetto Mirco Assenti e Sergio Ciampolillo come responsabile della sicurezza del cantiere (questi ultimi tre soci nella Cube Srl).

Una squadra, committenti a parte, che si dimostra sempre più affiatata, pur se stavolta, a differenza della ex Scuola Curzi, gli uffici di Picenambiente e la discarica di Relluce, il committente non è un ente pubblico o comunque una società partecipata dal pubblico ma un privato.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.